WING CHUN – L’Arte Per Combattere e Difendersi

Che cos’è il Wing Chun Kung Fu? Questa è la domanda che mi è stata fatta in maniera maggiore nell’arco della mia vita, perché solo in pochi conoscono anche solo l’esistenza di tale arte marziale. Consultando internet e cercando informazioni su tale arte ci si può imbattere in varie denominazioni di essa quali Wing Tzun, Wing Tsun, Weng Chun, Wing Tjun, ecc, e se io vi volessi annoiare potrei andare ancora avanti… Sono in linea di massima vari nomi per definire la stessa arte marziale, ma la stessa Arte Marziale di origine cinese, differenziate l’una dall’altra dalle varie influenze che ha subito e dal liniaggio a chi fanno riferimento. Il liniaggio della scuola di Wing Chun a cui appartengo è quello del Grand Master William Cheung, allievo della leggenda del Kung Fu Yip Man ed amico della legenda della arti marziali Bruce Lee quando entrambi frequentavano proprio la scuola di Yip Man ad Hong Kong.

IMG_178766797859420Il Wing Chun è uno stile di Kung Fu nata nel Sud della Cina circa 300 anni fa; un’arte marziale estremamente sofisticata, efficiente e completa che studia il combattimento sia a mani nude che all’arma bianca, e grazie ad una pratica costante permette di raggiungere un elevato grado di reattività ed efficacia nel combattimento e nella difesa personale grazie alla sua strategia. È un metodo di combattimento scientifico, ed in quanto tale va praticato con gli occhi di uno studioso più che di un “picchiatore”.  Il Wing Chun è un sistema dove non esiste una reale differenza fra difesa ed attacco, ma entrambi all’unisono per rispondere a qualsiasi assalto nemico.

Ma quest’arte non è solo una forma di combattimento fisico, insegna a comprendere profondamente la biomeccanica del corpo umano e la sua struttura. La sua pratica porta vantaggi sia mentali che fisici non limitati al solo combattimento, ma anche nel Problem Solving quotidiano; si ottiene una migliore consapevolezza di se stessi, miglior propiocezione, un maggior benessere fisico e mentale in pratica tramite il controllo delle proprie azioni. Per quanto concerne al combattimento, il Wing Chun, insegna l’economiaIMG_837334868325716 di movimento per massimizzare l’efficacia in qualsiasi frangente. Mediante u corretto allenamento riprogramma il nostro istinto, così da condizionarci ad attaccare l’attacco stesso, aggredendo l’aggressore e quindi da creare oltre alla migliore risposta anche uno shock psicologico a chi ci attacca.

Il Wing Chun lavora molto sulla sensibilità, intesa come capacità di percepire ed adattarsi all’assalto dell’avversario che ci troviamo di fronte. Il suo principio fondamentale si riassume con la massima “prendi ciò che arriva e lascia andare ciò che va”, ovvero il massimo adattamento dei principi della fisica riassunto nell’utilizzo dei vettori e della forza sia propria che di chi ci attacca a nostro favore. Nella nostra scuola, poi, massimizziamo l’apprendimento dell’arte implicando anche l’apprendimento anche tramite sessioni di combattimento sportivo con applicazioni di Sanda, dato che a differenza di quanto moltissimi pensano questo stile di Kung Fu si adatta anche al combattimento sportivo, nonché ad applicazioni militari; questa sua versatilità lo rende uno stile ottimale, motivo per cui viene inserito nell’addestramento di moltissime forze armate d’élite nel mondo.

Com’è strutturato un’allenamento di Wing Chun?

wcfs

Non vi è una struttura unica e valida per ogni liniaggio o scuola di Wing Chun, ma posso dirvi come sono strutturate le lezioni della nostra scuola, Wing Chun Fighting System. Di norma le nostre lezioni durano 90 minuti, dove in una lezione ci dedichiamo all’allenamento sportivo ed al potenziamento, così da ottimizzare le capacità atletiche oltre che tattiche, mentre nell’altra al puro studio tradizionale ed all’applicazione tecnica più pura. La pratica delle forme tradizionali viene utilizzata sia come metodo di studio che come defaticamento per le sessioni pratiche e di allenamento fisico, con allenamenti sia in coppia, che ai sacchi appesi o ai colpitori, nonché all’Uomo di Legno, un manichino che, secondo la tradizione delle arti marziali cinesi, ha funzione di goniometro per aumentare la precisione delle tecniche. In questo modo si possono sviluppare al meglio fiato, resistenza, coordinazione e resilienza, cercando di mettere la maggior quantità di pratica di combattimento agli studenti, così da mantenerli costantemente in una massima condizione sia tecnica che fisica. L’ultimo aspetto, in fine, è quello della difesa personale, per la quale il Wing Chun è noto in tutto il mondo. Tale arte rapida da apprendere e tremendamente efficace si mette in mostra fra le discipline affini alla difesa personale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: