SANDA FIGHT, la Boxe Cinese

In molti mi domandano la medesima cosa, ovvero perché se pratico il Kung Fu come arte marziale combatto similmente ad un Kickboxer… La risposta è che oltre allo stile Wing Chun del Kung Fu tradizionale pratico anche una variante sportiva del Kung Fu stesso, ovvero il Sanda.

sandaIn ogni ambito e disciplina esistono terreni in cui due o più praticanti si possano misurare, dagli ambiti culturali a quelli sportivi. Il Kung Fu di campi di battaglia ne ha moltissimi sui quali misurarsi, anche grazie all’altissimo numero di discipline, o meglio stili e liniaggi, che lo compongono. Se il confronto tecnico mediante le forme è il metodo per comparare la qualità di uno stile, il Sanda Fight è il campo di battaglia in cui due praticanti dello stesso stile, o anche di stili differenti, si possono misurare nel combattimento, immettendo un regolamento alla sfida e rendendo possibile l’applicazione delle tecniche dello stile praticato all’atto pratico. Ma non è tutto! Come per la Kickboxing che si distingue in più sottocategorie (Light Contact, Semi Contact e Full Contact), questa disciplina sportiva si categorizza e differenzia in Semi Sanda e Sanda. In che cosa differiscono? Cambiano le protezioni imposte agli atleti, l’intensità del combattimento nonché la concezione stessa di Knock Out. Nel Semi Sanda non è ammesso, e si punta ad un volume di colpi andati a segno maggiore per ottenere un punteggio maggiore dell’avversario per vincere, mentre nel Sanda è cercato il KO. Con questo dettaglio fondamentale, a differenza della modalità Semi, il Sanda entra di diritto nella cerchia degli sport a contatto pieno, in compagnia di Boxe, Thai Boxe, MMA, ecc. Tuttavia questa versione belligerante e sportiva del Kung Fu non gode certo della fama dei suoi altri colleghi a contatto pieno… sanda_1

La causa principale non è certo la mancanza di spettacolarità, anzi; nel Sanda, oltre a ricercare il KO mediante colpi a contatto pieno, sono consentite proiezioni, blocchi articolari alle gambe dell’avversario, spinte nonché gettare l’avversario stesso fuori dal ring rialzato, non munito di corde, a differenza di altri sport similari. Quest’ultimo elemento gioca appunto a favore della spettacolarità dei match, e se avete visto una persona volar giù dal ring durante un’incontro di Sanda potete capirne il motivo. Si può paragonare il Sanda Fight alle MMA, con l’unica differenza che lo spazio non è chiuso, e che non vi è lotta a terra, cosa che lo rende meno statico, limitandosi alle proiezioni. Lo spettacolo, anche per chi non pratica e non è tecnico dell’ambiente, non rischia di annoiare certo! Allora perché non è famoso e diffuso?

In primo luogo la spiegazione è che tutto il Kung Fu non è famoso! Diciamocelo, la nostra cara disciplina è si affascinante, quanto ancora sconosciuta al grande pubblico in Italia ed in parte del mondo. Inizialmente quando da ragazzo dicevo che praticavo Wing Chun nessuno sapeva a che cosa mi riferissi, e quando poi ho cominciato a dire che praticavo Kung Fu è cambiato di poco lo scenario… Il Kung Fu viene visto solo come una competizione tecnica, con armi, o con evoluzioni atletiche al limite della ginnastica artistica grazie alla sua forma atta alla competizione più diffusa, il Wushu, pensato proprio per attirare l’attenzione sulla competizione tecnica, prevalendo a livello di marketing sul Sanda stesso perché meno pericolosa e più praticabile. In più c’è il fattore della chiusura mentale di moltissimi maestri a contribuire alla scarsa diffusione, limitando le opzioni e le visioni di insieme dei propri studenti solo ed esclusivamente alla propria scuola, quasi per paura di perderli.

ultimate_sanda_1

Tuttavia parte della colpa ce l’ha anche il Semi Sanda, in quanto maggiormente praticabile perché tendenzialmente meno pericoloso del Sanda grazie all’utilizzo di caschi, corpetti e guantoni; sarebbe maggiormente avvicinabile con facilità per una miglior diffusione. L’utilizzo di protezioni, infatti, nell’MMA non è consentito, se non in maniera parziale, e questo scoraggia moltissimi incoraggiando la selezione naturale degli sport di combattimento, selezione che però sta portando la marzialità e gli sport verso un pessimo momento, a causa del sempre minor numero di praticanti. Personalmente approvo tale selezione, perché non trovo il combattimento adatto proprio a tutti. Chi teme troppo per la propria incolumità è bene stia lontano dal ring, alla pari di chi ama troppo la scarica di adrenalina di un combattimento al limite delle proprie possibilità. Con il Semi Sanda si può comunque praticare uno sport sicuro, misurando anche i progressi di una classe intera con un’insegnante ben attento a bilanciare tecnica, potenza ed emozioni nel combattere. Ma la gara… Li il combattimento è ben altra cosa!

Photo Vianney THIBAUTGli sport a contatto pieno necessitano dell’attitudine al KO. Chi teme per la propria incolumità o possiede una grande empatia non potrà aver una bella esperienza con il Sanda, perché limitarsi nel combattimento è come limitare la velocità nella Moto GP! In più gli sport hanno una cosa che li contraddistingue, cioè la preparazione atletica dei loro praticanti! Un artista marziale è senza ombra di dubbio una persona forte, determinata e formata contro le avversità, ma un’atleta marziale è una reale macchina da guerra al limite dell’umano! Per migliorare la resa dei combattenti sul ring, infatti, ogni atleta si sottopone a rigorosi allenamenti per incrementare forza, agilità, resistenza, potenza esplosiva e fiato… Nessuno può dire che non servano queste doti, proprio perché occorre sviluppare potenza per sferrare colpi da KO, resistenza per durare nei vari round del match, resilienza, ovvero la tempra allo stress, per combattere sempre al meglio, e forza per poter sollevare e lanciare il proprio avversario. Anche sotto questo aspetto i combattenti di Sanda Fight sono atleti impeccabili!

Non mi dilungo oltre, anche perché se ami combattere e cominci a praticare Sanda non te ne penti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: