HOME GYM – Utopia o Alternativa?

Le Home Gym stanno tornando in auge negli ultimi tempi. Con l’avvento sempre più massiccio del CrossFit le persone si rendono conto delle potenzialità di un allenamento composito sempre più misto e minimale a livello di attrezzatura, adatto anche a poco ma selezionato materiale. Le palestre in casa erano in voga soprattutto negli anni ’90 in America, dove sempre più garage di famiglie alloggiavano pochi attrezzi di facile utilizzo e reperibilità per uomini, donne e ragazzi. Ma in che cosa consiste realmente una “palestra casalinga”? Quali sono i suoi pro e contro?

I Pro di una Home Gym

FB_IMG_1526205379796Una Home Gym è a propria completa disposizione sempre e comunque. Ne sono un estimatore da moltissimi anni, perché per necessità ho cominciato ad allestirmene una in casa ancora quando ero uno studente. Soprattutto per chi non ha fini estetici affini al Body Building classico, ma valido anche per loro con protocolli Old School, una palestra in casa propria fa davvero comodo, perché per l’appunto non ha né orari né giorni di chiusura. In più non dobbiamo mai aspettare che una determinata postazione si liberi, raffreddandoci troppo o perdendo inutilmente tempo. Per chi si allena nelle arti marziali o sport da combattimento, in più, può essere un supporto davvero utile per protocolli in Superset, Triset o circuiti specialistici che in una sala pesi comune sarebbero impossibili se non a sala quasi vuota. Può essere allestita con solo quello che serve, senza materiale superfluo come macchinari isotonici o simili inutili all’avventore. Non vi è alcun dress code che obbliga a presentarsi vestiti in determinati modi, o a vestirsi proprio. Siamo in casa nostra, quindi se letteralmente ci vogliamo allenare in mutande appena tornati da lavoro o nudi possiamo. Non vi è neppure il rischio che la musica trasmessa non sia di nostro gradimento, permettendoci di non dover utilizzare cuffie e non sapere mai dove mettere il telefono/lettore per non limitarci nei movimenti ma poter avere la nostra musica preferita a supportarci. In più, fattore da non sottovalutare, a casa nostra non siamo obbligati a incontrare persone da noi non desiderate o con cui non abbiamo un buon feeling come succede solitamente nelle palestre. Insomma, una Home Gym, se strutturata bene, ha tutti questi pregi, ma anche molti difetti…

I Contro di una Home Gym FB_IMG_1525928805726

Non è tutto oro ciò che luccica. Una palestra in casa ha anche moltissimi punti a sfavore… Primo fra tutti sono i costi dell’attrezzatura. Per allenarci, a meno che non scegliamo il corpo libero come opzione allenante (ma anche in quel caso servirebbero alcuni acquisti, fidatevi…), necessiteremo di determinata attrezzatura, come ad esempio bilancieri e dischi da abbinarvi. Acquistare un determinato quantitativo di pesi è la parte più costosa, forse… Perché le opzioni sono letteralmente infinite in base alle esigenze, ma soprattutto delle competenze che noi abbiamo… Ma avete competenze per allenarvi da soli? Se non avete le nozioni di base per allenarvi da soli, l’opzione casalinga non è consigliabile, neppure per il corpo libero! Il rischio di infortunio se non si è annoverati nell’allenamento è troppo alto se da soli, perché almeno nelle palestre convenzionali qualcuno che vi dice se sbagliate lo trovate sempre. Infine, anche se potrei trovare almeno altri 20 punti contro alle Home Gym (benché le adori), mi fermerò al più comune e controproducente ostacolo: avete la costanza di allenarvi per conto vostro in solitario isolamento? Perché se non avete tale volontà, allestire una palestra nel vostro garage, seminterrato o in una stanza a random sarà solo uno spreco di tempo, spazio e denaro. Per i neofiti è sempre meglio avere un posto distante da casa in cui recarsi, in cui alle volte rifugiarsi.

Questi sono i pro e contro più comuni, ma per chi non ha problemi inerenti alle controindicazioni la domanda restante è solo una, ovvero cosa serve per una vera e produttiva Home Gym come si deve!

Il Necessario per una Home Gym Adeguata

Se potessi tornare in dietro nel tempo darei al me stesso ragazzo queste specifiche, per evitare di acquistare e sbarazzarmi di determinati attrezzi… Ma finché non ideeranno le macchine del tempo non mi rimane che dare consigli a chi può leggere!

Quindi, cosa serve? L’attrezzatura ottimale, in ordine di importanza. è composta da:

  1. Pavimentazione Adeguata 
  2. Power Rack o Half Rack 
  3. Pull Up Bar o Supporti per Trazioni 
  4. Bilanciere/i e relativi sovraccarichi 
  5. Panca Regolabile 
  6. Manubri o comunque Altri Sovraccarichi
  7. Kettlebells 
  8. Supporti Pliometrici e/o Rialzi 
  9. Qualche Elastico 
  10. Uno Strumento Cardio se Necessario 

Se siete dei praticanti di arti marziali, o semplici appassionati, aggiungete alla lista anche:

  • Sacco o Supporto da Colpire
  • Colpitore a Muro Specifico
  • Attrezzatura Tradizionale

Con questi semplici e facilmente reperibili attrezzature, la vostra Home Gym sarà funzionale e performante oltre modo! In un secondo articolo esaminerò con cura ognuna di queste attrezzature, dando anche consigli utili a chi ne avesse bisogno, ma ora non mi dilungo oltre.

81993a9f65be21eaaad594217418e471

L’ultima domanda, in fine, non è tanto da porsi, bensì quella che mi pongono più spesso… Ma è realmente possibile ottenere risultati in una palestra allestita in casa? La risposta, carissimi, è SI! E lo scriverei a caratteri cubitali. Molti sono limitati dal trovarsi di fronte a palestre minimali come quelle casalinghe, perché abituati ad utilizzare ingombranti macchinari isotonici. Ma appunto la moda del CrossFit e del Functional Training hanno reso consapevole la gente di alcune cose, ovvero che non occorrono necessariamente attrezzature meccanizzate per ottenere necessariamente risultati sia estetici che a livello di performance. A livello di Conditioning una Home Gym, se ben strutturata e se si ha una buona progressione nella programmazione degli allenamenti, risulta pienamente competitiva con un centro specialistico. Per lo sviluppo muscolare, alla fin fine, occorre solo un livello di stimolazione e lavoro fisico adeguato unito ad un surplus calorico, per il dimagrimento e la tonificazione uguale ma unito ad un deficit calorico, ed il corpo non capisce se tale intensità dello stimolo viene percepita in un centro fitness su di un macchinario, o in una stanza di casa sotto un bilanciere o appesi ad una sbarra! Quindi, se si hanno le competenze, le possibilità economiche anche diluite nel tempo, ed una buona dose di passione, le Home Gym risultano la scelta meno stressante a livello nervoso per il corpo. A tale scopo vi era stato un boom di esse negli USA durante gli anni ’90, perché durante una tendenziale crescita economica del paese il ritmo della vita stessa era accelerato rispetto pochissimo tempo prima, e molti non riuscivano a recarsi in palestra, ma non volevano neppure rinunciarvi. I ritmi frenetici portarono molti a ristrutturare seminterrati e garage similarmente a minimali palestre universitarie impiegate dalle confraternite con affinità sportive, quindi con solo l’impiego di sbarre per trazioni, bilancieri e pochissime altre attrezzature. Da qui le prime Garage Gym ed Home Gym come le conosciamo oggi, dimenticate nel seguente periodo un po’ per la fine di tale moda, un po’ per la nascita di franchise low cost nel settore palestre, ed ora tornate in auge con l’onda funzionale di questo periodo.

E tu che tipo sei, un tipo da palestra in compagnia o da Home Gym?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: