Nuoto SI o Nuoto NO?

“Le consiglio di praticare un po’ di nuoto per il suo mal di schiena”.

Questa frase quanti se la sono sentita dire?
Siccome anche un mio studente di arti marziali si è imbattuto in questa frase detta dal pediatra per sua figlia che riscontra i primi problemi di schiena già da bambina, mi sento di dire la mia.

È proprio come abbiamo creduto sino ad oggi?
Il nuoto è veramente la cura di tutti i mali? ASSOLUTAMENTE NO!

Sicuramente è uno sport completo, ottimo per molti aspetti, ma non risolve alcun problema alla schiena.
Non penso come dicono molti studi recenti che l’uomo sia un organismo esclusivamente creato per la terra ferma, ma neppure per acqua o aria, altrimenti avremmo avuto branchie o ali.
Possiamo adattarci e trovare espedienti per sopravvivere in ogni ambiente, ma non possiamo di certo sperare che uno sport sia a prescindere la soluzione ad ogni problema di schiena, altrimenti sarebbero alla pari anche altri sport, magari il Basket!

Il nuoto nonché la terapia in galleggiamento acquatico aiutano moltissime patologie, supportano benissimo riabilitazioni varie e non solo, ma il punto è un altro questa volta, cioè i problemi di schiena.
E quelli non li risolve. Nel 2013 l’istituto scientifico italiano ISICO presentò uno studio al International Society for the Study of the Lumbar Spine.
Furono presi in esame 112 ragazzi agonisti messi a confronto con 217 coetanei che non praticavano nuoto.
Questo studio smentì la tesi del nuoto per la cura della scoliosi, anzi con i dati che ne uscirono si scoprì che il nuoto può peggiorare la scoliosi e indurre il mal di schiena. Aumentarono le asimmetrie e aumentò il rischio di ipercifosi e iperlordosi.

Ma questo perché avviene? Ecco una rapida spiegazione…
Il nuoto è uno sport in cui si lavora in assenza di gravità, e tutto ciò comporta una non attivazione del sistema muscolare stabilizzatorio.

Quindi tutti quei muscoli (erettori spinali) che hanno la funzione di stabilizzare e darci la possibilità di aver un buon controllo motorio, con l’assenza di gravità non svolgono la loro funzione!
È solo sotto carico che il controllo della funzione motoria ha la sua massima attivazione. Quindi attività incentrate sul Core Training si rivelerebbero migliori per chi ne soffre rispetto al nuoto!
La concezione del nuoto come “sport perfetto” è ormai antiquata e ad oggi viene anche sconsigliato in caso di scoliosi da medici giovani ed aggiornati.

Con questo articolo non sto ne insultando il nuoto ne i nuotatori, anche perché c’è solo da ammirare un nuotatore per l’impegno che mette nei suoi allenamenti e la dedizione alla sua disciplina, ma solo smentendo una leggenda quasi metropolitana, dovuta solo a credenze smentite dalla scienza e dalla medicina stessa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: